Archeologia preventiva

La Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali cura la tenuta dell’elenco degli operatori abilitati alla redazione del documento di valutazione archeologica nel progetto preliminare di opera pubblica, disciplinato dal decreto ministeriale 20 marzo 2009, n. 60. Tale elenco si compone di due sezioni: nella prima sezione sono inseriti i dipartimenti o istituti archeologici universitari; nella seconda sezione sono inseriti i soggetti in possesso di diploma di laurea e specializzazione o dottorato di ricerca in archeologia.

Nella domanda di iscrizione agli elenchi, l'istante autocertifica il possesso dei titoli e dei requisiti richiesti dall'art. 2 del decreto ministeriale 20 marzo 2009, n. 60, nel caso di dipartimenti o istituti, e degli art. 3 e 6 nel caso degli altri soggetti previsti dalla normativa.

Per inviare telematicamente la domanda, sarà necessario:

· registrarsi al Portale cliccando sulla voce di menu “Accedi” ed inserire le credenziali SPID, in modo da accedere ad un’area personale

· cliccare sulla voce di menu “Iscrizione elenchi

o Nel caso dei dipartimenti o istituti selezionare la voce "Nuova richiesta" nel campo "Iscrizione istituto archeologico/dipartimento archeologico universitario"

Nel caso dei soggetti in possesso di diploma di laurea e specializzazione in archeologia o di dottorato di ricerca in archeologia selezionare “Nuova richiesta” nel campo “Iscrizione sezione 2 elenco archeologi (DM 20 marzo 2009, n. 60)

I professionisti archeologi, la cui domanda di iscrizione nel relativo elenco disciplinato dal DM 244/2019 è ancora in corso di verifica alla data del 14 febbraio 2023, dovranno presentare nell’apposita sezione del Portale ulteriore domanda di iscrizione qualora interessati all’inserimento nella sezione 2 dell’elenco degli operatori abilitati alla redazione del documento di valutazione archeologica preventiva.

Per gli archeologi di I fascia presenti nell’elenco degli archeologi ex DM 244/2019 alla data del 14 febbraio 2023, già abilitati alla redazione del documento di valutazione archeologica preventiva perché in possesso dei requisiti ai sensi della vigente normativa, non sarà necessario ripresentare domanda di iscrizione nella sopra citata sezione dell’elenco 2 ai sensi del decreto ministeriale 20 marzo 2009, n. 60.

Il termine per la conclusione del procedimento di iscrizione è di 90 giorni dalla ricezione della domanda da parte della Direzione generale. 

Istituti e dipartimenti archeologici universitari

Gli istituti e i dipartimenti archeologici universitari svolgono attività di raccolta ed elaborazione volta alla verifica preventiva dell’interesse archeologico. Tale procedura si articola in fasi costituenti livelli progressivi di approfondimento dell'indagine archeologica. L'esecuzione della fase successiva dell'indagine è subordinata all'emersione di elementi archeologicamente significativi all'esito della fase precedente.

La procedura di verifica preventiva dell'interesse archeologico consiste nell’esecuzione delle seguenti indagini e nella redazione dei documenti integrativi del progetto di fattibilità:

a) esecuzione di carotaggi;

b) prospezioni geofisiche e geochimiche;

c) saggi archeologici e, ove necessario, esecuzione di sondaggi e di scavi, anche in estensione tali da assicurare una sufficiente campionatura dell'area interessata dai lavori.

Ogni istituto o dipartimento archeologico universitario dovrà inserire un minimo di tre ricercatori/docenti universitari, afferenti e confermati nei seguenti settori scientifico disciplinari di ambito archeologico:

- L-ANT/01 Preistoria e protostoria

- L-ANT/06 Etruscologia e antichità italiche

- L-ANT/07 Archeologia classica

- L-ANT/08 Archeologia cristiana e medievale

- L-ANT/09 Topografia antica

- L-ANT/10 Metodologie della ricerca archeologica

- L-OR/06 Archeologia fenicio – punica

Potranno iscriversi anche istituti o dipartimenti archeologici universitari stranieri che documentino il possesso di strutture scientifico-didattiche considerate equivalenti. I docenti di ruolo e i ricercatori appartenenti ad un istituto o dipartimento archeologico universitario, se già iscritti nella seconda sezione dell’elenco degli archeologi professionisti abilitati alla verifica dell’interesse archeologico, non potranno essere inseriti nell’elenco di istituto o dipartimento. La ricerca all’interno dell’elenco può avvenire mediante: Istituto/Università e/o Regione. L’elenco permette anche la consultazione degli elementi informativi della struttura, l’attività dipartimentale e gli elementi descrittivi dell’esperienza acquisita.